Tarì Vicerè

“fiore di Malvarosa”

—La Scaccisucci, così chiamata
dai burloni della borgata sottile
naso, olfatto fine, baffetto
invadente poco femminile.

In testa porta sempre qualcosa,
spesso un fiore di Malvarosa,
sperando che il capo profumato
attiri per lei un onesto marito.

Inciampa tra le piante del
suo giardino, in una placida
serata,un viaggiatore frizzante
e malandrino: in un attimo
è conquistata.

Lei selvatica, lui affascinante,
lei odorosa, lui intrigante
da un incontro casuale nasce
Tarì Malvarosa, la birra
speciale—

tarì malvarosa

birra chiara artigianale