Da un incontro tra profumi, sboccia la Malvarosa

E volete che dopo le persone, dopo i luoghi e le parole, non s’incontrino anche i profumi?

Sì, proprio i profumi. Accade alla Malvarosa, la nostra birra speciale dal gusto leggero e floreale: anche la sua storia nasce infatti da un incontro, quello tra gli aromi del luppolo e le essenze della pianta da cui prende il nome.

Nel 2016 il nostro birrificio partecipa all’evento Happy Flower a Modica. In occasione di una degustazione conosciamo Filippo Figuera, a capo di Vivaio Malvarosa che ha sede a Giarre. Imprenditore dalla visione ampia e all’avanguardia, Filippo aveva già collaborato con il settore gastronomico.

Perché allora non pensare a un’incursione floreale anche nel nostro mondo birraio?

Detto, fatto: è così che sboccia – è il caso di dirlo – la Birra Tarì Malvarosa, una birra dal sapore fiorito e morbido, premiata nel 2018 come Birra dell’anno al Beer Attraction, nel 2017 con la medaglia d’argento al Concours Lyon e l’anno prima con il Luppolo d’oro al Best Italian Beer.